di stanze e voci: introduzione

Il 40% di ciò che gli altri percepiscono/pensano di noi è definito dalla nostra voce, individuata da colore, volume, pause, tono e ritmo impiegati.
Si tratta dell'habitat comunicativo nel quale accogliamo l'altro.

Immaginiamo una stanza/voce: la percezione di un luogo accogliente e piacevole è determinata dal colore/timbro delle pareti, dall' ampiezza/volume complessivi, dalla presenza o meno di sedute/pause, dall'ordine con cui sono disposti gli oggetti/parole.

Restando nella metafora/stanza il punto successivo è il carattere del nostro ospite: come veniamo accolti, e da chi?

obiettivi

Lasciare emergere le caratteristiche vocali proprie di ognuno. Verificare che non esistono voci sgradevoli in assoluto, ma soltanto voci inibite, incerte, respirate male.

In termini tecnici, distinguendo tra fonazione e articolazione, si può dire che la prima dipende dal corretto allineamento di ogni componente fonica (bacino, addome, schiena, collo, testa), la seconda da un flusso lineare di contenuti emozionali e verbali, la cui sintonia va ricalibrata.

Una psicologa a orientamento sistemico-relazionale simbolico esperienziale lavorerà sull'emersione dei bisogni dell'individuo e sul loro peso nelle relazioni interpersonali e nella comunicazione, perché qualsiasi performance comunicativa si fonda anche sull'allineamento tra forma-contenuti e bisogni individuali.

Il risultato finale è una comunicazione efficace, credibile, autorevole, umana.

vocal training: il programma in sintesi

scoprire il corpo-voce

Esperienze di consapevolezza del respiro
Riconoscere e allentare i blocchi fisico-vocali
Respirazione toracica, costo-diaframmatica, pelvica: esercizi e tecniche
Appoggiare, sostenere e proiettare la voce

agire il corpo-voce

Parlare con efficacia: gestione di volume, velocità, ritmo, intenzioni, pause, reazioni e relazioni vocali
Flat speaking e mordente
Correzione di accenti dialettali
Tecniche di lettura espressiva
Introduzione all'uso dei risuonatori vocali

per comunicare
Comunicazione empatica, performativa, espressiva
Spiegare vs affabulare
Giochi di ruolo per la verifica, l’analisi e il miglioramento delle qualità e abilità comunicative nelle relazioni interpersonali

per sé (e per gli altri)

Esercitazioni pratiche e strumenti di analisi sulle questioni relative a:

Assertività ed equilibrio
Definizione di obiettivi concreti
Instaurazione di rapporti empatici
Autostima e resilienza

luoghi, tempi e costi

dove

Presso la nostra sede in via Genova 115/A - Napoli, a 200 metri da Piazza Garibaldi e dalla Stazione Centrale

quando

Il primo corso, aperto a un massimo di 10 partecipanti, prevede 6 incontri di 2 ore, il giovedì dalle 18.45 alle 21.00, nei giorni:

giovedì 21 marzo
giovedì 28 marzo
giovedì 4 aprile
giovedì 11 aprile
giovedì 18 aprile
venerdì 26 aprile

in alternativa, per chi avesse necessità di ottimizzare i (propri) tempi, proponiamo due giornate di formazione di 12 ore complessive nei giorni

sabato 16 marzo (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17)
sabato 23 marzo (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17)

oppure

sabato 6 aprile (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17)
sabato 13 aprile (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17)

nota: In fase di richiesta di informazioni, indicate anche la modalità di preferenza (giovedì/sabato).

quota di partecipazione

La quota di partecipazione è di 160 € , di cui 80 all'atto dell'iscrizione e 80 entro il secondo incontro.
Per il percorso alternativo di due giorni, aperto a un numero ridotto di partecipanti, la quota è sempre di 160 € da versarsi per intero all'atto dell'iscrizione.

La voce ha una doppia valenza, espressiva e performativa. Per entrambe esistono accordature che è necessario di tanto in tanto correggere e ricalibrare. La voce è uno strumento vivo e come tale occorre prendersene cura, affinché la distanza tra ciò che siamo e quello che esprimiamo diventi minima. E’ il versante espressivo.

Cosa intendiamo con “performance vocale”? Non è solo cantare, ma anche tenere un discorso in pubblico, parlare a un piccolo gruppo, anche solo a due persone, perfino a un solo interlocutore. Sono tutte performance vocali che richiedono preparazione. Per cosa? Per essere chiari, per convincere, per coinvolgere, per condividere. 

In ognuno di questi casi, per ognuno di noi c’è un percorso di crescita: Vocalia ©, un percorso concreto e completo per focalizzare te stesso, le tue intenzioni, le tue capacità e portarti a un livello superiore di esecuzione.

Lear©: leadership resiliente

Scopri Lear©: tecniche per una leadership efficace. La persuasione senza più segreti...